BAYARD, Hippolyte

BAYARD, Hippolyte

Bayard era un domestico civile, ma fu in realtà uno dei primi fotografi. La sua invenzione della fotografia precedette quella di Daguerre. Dal 24 Giugno del 1839, espose circa trenta delle sue fotografie, e per questo entrò nel libro dei record come la prima persona a presentare un’ esibizione fotografica. In ogni caso, Francois Arago ( un amico di Daguerre che stava promuovendo la sua invenzione ) persuase Bayard nel pubblicare successivamente i dettagli del suo lavoro. Quando presentò i dettagli della sua invenzione all’ “Accademia Francese delle Scienze” il 24 Febbraio del 1840, aveva ormai perso l’ opportunità di essere riconosciuto come l’ inventore della fotografia. Come ricompensa gli furono dati dei soldi per acquistare un’ attrezzatura migliore, ma in nessun modo fu ripagato per l’ ingiustizia subita.

I surreali auto-ritratti di Bayard ( Ottobre 1840 ), lo dipingono come un uomo “annegato”. Essi, rappresentavano una protesta contro l’ ingiustizia subita nell’ essere stato battuto all’ ultimo momento, scegliendo di non svelare immediatamente la sua invenzione. Questo, è infatti il primo uso della fotografia come messaggio divulgativo! Il commento di una delle sue foto dice:

“Il corpo che vedete qui è di M. Bayard, inventore del processo che vi è appena stato mostrato. Per quanto né sappia questo infaticabile sperimentatore, è stato impegnato nella sua scoperta per circa tre anni”.

“Il Governo, che è soltanto stato molto generoso con “Monsieur Daguerre”, ha detto di non poter far nulla contro Monsieur Bayard, ed il povero sventurato è stato lasciato annegare…Oh i capricci dell’ umanità…!”.

“… E’ stato lasciato all’ obitorio per diversi giorni, e nessuno lo ha mai riconosciuto o cercato”.

Continua il commento:

“ Signore e Signori, fareste meglio a superare la vostra paura di offendere il vostro olfatto, come potete osservare, la faccia e le mani del gentiluomo stanno cominciando a decomporsi”.

Indubbiamente colorito, ma di notevole contributo alla sua fotografia!

Fortunatamente non si tolse la vita, e continuò a fare fotografie. Il suo lavoro come fotografo mostra maggiore sensibilità e talento, rispetto a quello di Fox Talbot o di Daguerre. Fu il primo a suggerire l’uso dei negativi separati di nuvole per rappresentare immagini nel cielo, e diede lo spunto per una nuova tecnica che venne conosciuta successivamente come “ Stampa Combinata”.

Molti dei lavori di Bayard sono conservati presso la “ Societe Francaise de Photographie”, di cui fu membro fondatore.

( 20 Gennaio 1807; 1887 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *