Come fotografare auto in corsa

Come fotografare auto in corsa

Il primo passo per diventare fotografi d’auto in corsa è quello di procurarsi la giusta attrezzatura. Non è necessario spendere cifre ingenti, basta semplicemente orientarsi su una macchina fotografica che offra prestazioni di qualità in base alle vostre esigenze.

Auto sportive in corsa: l’attrezzatura giusta per fotografarle

Una fotocamera compatta, soprattutto per iniziare, andrà benissimo, così come, se invece volete già partire con un acquisto mirato in vista del futuro, una Canon o una Reflex. In questo modo sarà molto più semplice imparare sin da subito l’importanza dell’ISO, della messa a fuoco e dell’alternanza degli obiettivi in base alle esigenze.

Se il vostro budget è piuttosto alto potreste anche optare per un teleobiettivo con messa a fuoco veloce, particolarmente utile per catturare nel modo migliore l’azione da vicino e in movimento. Gli obiettivi 50mm f/1.8, per esempio, sono ideali a tal proposito.

Come iniziare

Prima di iniziare, cercate di informarvi il più possibile, seguendo il lavoro e i progetti di fotografi con più esperienza: è fondamentale per acquisire passo dopo passo i segreti del mestiere. Prendete visione delle loro fotografie e tenetevi sempre aggiornati sull’argomento frequentando blog e siti internet

In secondo luogo, mettetevi all’opera senza pensarci troppo. Prendete parte alle manifestazioni sportive e iniziate a valutare la luce, la prospettiva e i luoghi più idonei in cui appostarvi per scattare le fotografie attraverso le angolazioni migliori. Cercando il luogo migliore da cui operare, non dimenticate che deve trattarsi di un posto sicuro per voi e alla giusta distanza di sicurezza dalle auto e dal luogo in cui la gara si svolge.

Utilizzare la fotocamera

Per prima cosa è necessario acquisire le nozioni di base dell’impostazione ISO, del bilanciamento e dell’esposizione. Poi, dovrete impostare l’autofocus, indispensabile per tracciare i soggetti, e la sequenza dei fotogrammi, fondamentale invece per la composizione finale.

Sbrigati i primi necessari passaggi, dovrete concentrarvi sul vostro soggetto. È indispensabile in particolare focalizzarsi sulla parte anteriore della vettura, proprio come se si trattasse di un volto umano. Durante le riprese, se necessario, fatevi aiutare dal sostegno di un treppiede, che garantisce maggiore stabilità.

Iniziate con una velocità di scatto di 1/250 per ridurre le vibrazioni, non abbiate paura di alzare l’ISO per garantire la giusta velocità dell’otturatore e non demoralizzatevi se le prime foto saranno sfuocate per l’alta velocità a cui viaggerà l’auto che fotografate.

Quando avrete messo a punto la vostra tecnica e le fotografie sfuocate non saranno più un problema, potete concentrarvi sull’aspetto più creativo dello scatto. A questo proposito entrano in gioco lo zoom, per ottenere degli scatti quasi astratti, e la luce del sole, che permette di giocare con le forme della macchina e di ottenere degli scatti molto creativi.

In fotografia, per esempio, esiste una tecnica molto particolare chiamata “Panning”. Consiste nel riprendere un soggetto in movimento esprimendo a pieno il movimento del soggetto. Applicando questa tecnica, in genere, lo sfondo rimane nitido, mentre l’immagine in movimento risulta volutamente mossa e in movimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *