Come fotografare case in condizioni di luce difficili

Come fotografare case in condizioni di luce difficili

Se avete intenzione di scattare alcune foto a un edificio e avete scelto di farlo di mattina o di notte, eccovi alcuni semplici suggerimenti da seguire passo dopo passo. Non date nulla per scontato, e accettate i nostri consigli: la fase di studio e di preparazione che precede il momento in cui scatterete le foto si rivelerà un momento indispensabile e molto utile per non perdere tempo e per evitare qualunque tipo di errore.

Ricordate però una cosa: quelli che vi diamo sono dei suggerimenti, ma ciò da cui vi dovrete far veramente guidare è il vostro istinto da fotografo!

Metodo 1 di 2: fotografare di mattina

  1. Esplorate l’area. Il giorno prima di scattare le fotografie prendetevi un po’ di tempo per un accurato sopralluogo. Studiate bene la casa che volete immortalare, e se vi è possibile cercate di farlo alla stessa ora alla quale tornerete il giorno successivo.

Non abbiate fretta, il tempo che dedicherete al sopralluogo non è mai tempo buttato via: ogni edificio ha varie facciate, angoli, particolari che potrebbero interessarvi e non potete correre il rischio di trascurare qualcosa il giorno in cui scatterete le foto. Prendete qualche appunto, vi sarà utile!

  1. Preparate l’attrezzatura. Se avete più di una fotocamera, scegliete quale usare. Qualunque macchina fotografica potrebbe andare bene, ma ce n’è sempre una migliore della altre.

Prendetele in mano, esaminatele, e considerate i seguenti punti:

  • È pesante da tenere in mano?
  • È troppo complicata da usare?
  • L’impugnatura è comoda?
  1. Scegliete l’inquadratura e l’angolazione giusta. Fate molte prove e molti scatti, ma ricordate: non avvicinatevi troppo alla casa, spesso è meglio rimanere un po’ più lontani ed eventualmente tagliare dall’immagine, a lavoro finito, quello che non ci interessa.
  2. Scattate! Una volta trovata la posizione giusta regolate la fotocamera, guardate nel mirino e scattate tutte le fotografie che vi servono. Se riuscite, mettetevi su un piccolo rialzo: considerate l’idea di portare con voi una leggera scaletta, a volte bastano un paio di gradini per avere un’inquadratura più interessante.
  3. Concludete il lavoro. Tornati a casa, trasferite le foto sul vostro computer; non limitatevi ad ammirare le vostre foto sul monitor, ma stampatele e incorniciatele: le fotografie devono essere ammirate, non tenetele nascoste!

Metodo 2 di 2: fotografare di notte

  1. Esplorate l’area. Il giorno in cui avete deciso di scattare le foto, trovate del tempo (di mattina o di pomeriggio) per fare un utile sopralluogo, studiando l’edificio e l’area circostante. Fate delle prove, aiutandovi con la fotocamera del cellulare, e studiate bene tutti i dettagli che potrebbero interessarvi.
  2. Preparate l’attrezzatura. Portate con voi una buona fotocamera e se siete esperti di luci e flash non lasciate a casa nulla, soprattutto… le batterie di ricambio! Se la casa che volete fotografare è la vostra, vi sarà ovviamente più semplice distribuire con calma le luci intorno all’edificio.
  3. Scattate! Scegliete il posto giusto da cui scattare le fotografie, regolate la fotocamera ed eventualmente le luci, e fotografate quanto volete.
  4. Concludete il lavoro. Una volta scattate le foto alla casa, non avrete che l’imbarazzo della scelta: potrete stamparle, tenerle solo sul computer, incorniciarle o condividerle online con i vostri amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *