Che cos’è la fotografia pubblicitaria?

Che cos’è la fotografia pubblicitaria?

pubblicitario

 

L’interrogazione sull’essenza della fotografia ha da sempre affascinato molti intellettuali, tra cui letterati, filosofi e professionisti nel campo dell’arte. Se la fotografia sia o meno un’opera d’arte non è una domanda a cui è necessario dare una risposta come fosse una verità da svelare assolutamente; semplicemente la fotografia nasce come una disciplina tecnica e, tuttavia, in molti casi, il mero tecnicismo di partenza (che è tutt’altro che semplice) può trasformarsi – come per magia – in una vera e propria un’opera d’arte.

Fotografia pubblicitaria: tra tecnica arte e marketing

Le applicazioni contemporanee delle tecniche fotografiche sono numerose e – per molti aspetti – sempre differenti le une rispetto alle altre. Eppure, in ogni caso, la tecnica fotografica può essere messa a servizio della produzione e del commercio al fine di veicolare un messaggio. In questo modo nasce la fotografia pubblicitaria.

Si tratta in sostanza della realizzazione di un connubio perfetto tra fotografia e pubblicità, finalizzato a veicolare un messaggio verbale mediante l’uso dell’immagine. Nel senso comune, in effetti, si tende a confondere la grafica con la fotografia pubblicitaria; eppure, per un professionista, si tratta di cose completamente differenti, in quanto una grafica esteticamente attraente non può in alcun modo compensare o essere paragonata ad una fotografia esteticamente bella, realizzata sì mediante applicazioni tecniche, ma perfezionata a partire da una percezione visiva che solo il fotografo professionista possiede al pari del pittore che dipinge su tela. Questo significa che quando si parla di fotografia pubblicitaria, non ci si limita alla produzione della mera immagine di un oggetto che un’azienda produce; il fotografo pubblicitario, in effetti, non è solo colui che rappresenta un oggetto con la sua macchina fotografica. Non si tratta semplicemente di mettere un prodotto dinanzi a se e farne una copia fedele attraverso la macchina; si tratta, piuttosto, di realizzare una comunicazione pubblicitaria, mediante cui il fotografo realizza un’immagine in relazione al messaggio che intende comunicare con la pubblicità di un oggetto. Il fotografo pubblicitario, quindi, è innanzitutto il vero ideatore del messaggio pubblicitario che – solo in un secondo momento – va ad essere concretizzato nello scatto tecnico della macchina. Il fotografo pubblicitario, a quel punto, deve essere in grado di valorizzare al meglio il prodotto, mettendone in risalto i punti di forza ed eventualmente nascondendo le imperfezioni come un fa il truccatore professionista che non stravolge il volto e la personalità della donna che ha dinanzi, ma tende a valorizzarne gli elementi di grazia che ciascuna donna porta con sé.

Applicazioni della fotografia pubblicitaria

Sono diversi i settori di applicazione della fotografia pubblicitaria. Eccone alcuni:

  • Still-life. Fotografia pubblicitaria degli oggetti
  • Food. La fotografia dei prodotti alimentari
  • Fotografia industriale. Fotografia di strutture architettoniche, edifici, aziende, uffici e palazzi
  • Advertising. Si tratta della realizzazione di un’immagine progettata in totale sinergia con il messaggio pubblicitario che l’azienda intende veicolare mediante la sponsorizzazione dell’oggetto. In questo caso, l’immagine – analogamente al messaggio – è finalizzata a catturare l’attenzione di chi guarda e quindi ad invogliare il potenziale consumatore all’acquisto.