Workshop di fotografia di paesaggio

Master di FOTOGRAFIA DIGITALE Fotografare il paesaggio: giorno e notte / BN

Guarda la Brochure del corso

DURATION:
7 lezioni

Address

Via Gramsci 46 bis, Giulianova, TE   View map

Categories

Paesaggio

In cosa consiste

 

Fotografare un paesaggio significa immortale un albero, una casa o un tramonto e fare in modo che lo scatto risulti nitido e di qualità. Questo genere è uno dei più apprezzati dai fotografi e dai cultori della fotografia, in quanto forma artistica che permette di catturare l’immagine di un luogo preciso o di un evento naturale suggestivo. Esistono diverse tecniche per fotografare paesaggi e tutte prendono in considerazione il singolo dettaglio, la luce e la composizione.

 

Conoscere le tecniche base della fotografia per poter catturare un paesaggio in un’immagine di qualità è importante, ma non basta semplicemente prendere in mano la macchina fotografica per immortalare uno scenario suggestivo, una cascata, una prateria o un bosco. Quante volte proviamo a scattare una fotografia di questo tipo per poi scoprire che non siamo riusciti a catturare pienamente la bellezza dell’immagine che ci si presenta davanti agli occhi?

 

Al contrario, quante volte rimaniamo incantati davanti a un’immagine che riesce a trasmettere perfettamente la bellezza e la magia di un luogo? Il segreto è la tecnica, insieme alla bravura del fotografo e a tutti quei piccoli accorgimenti che è necessario mettere in pratica per avere un risultato di alta qualità.

 

Anche la luce è un elemento essenziale per fotografare un paesaggio ed è proprio la luce, che in alcune ore del giorno è particolarmente suggestiva, a diventare il quid che rende uno scatto magico. C’è chi pensa che la luce migliore sia quella di una giornata assolata, ma in realtà gli scatti migliori si realizzano all’alba e al tramonto, quando la luce è diffusa o calante e accarezza il paesaggio con ombre chiare dagli incredibili effetti visivi.

 

Quando si decide di fotografare i paesaggi, i soggetti possono essere i più disparati elementi della natura. Il segreto è immortalarli nel modo migliore per trasferire nello scatto la loro bellezza. Fiumi e torrenti sono ottimi soggetti per chi preferisce immagini dinamiche e mai statiche, mentre le foreste diventano i soggetti preferiti di chi ama la natura incontaminata e la magia del verde che si fonde con la natura in modo libero e selvaggio.

 

Le pianure sono uno dei soggetti più difficili da immortale perché il fotografo dovrà cimentarsi con un luogo più o meno vasto che non presenta un unico punto di interesse su cui focalizzarsi ed è qui che entra in gioco la capacità di osservare il luogo, trovare la composizione giusta e mettere in pratica le regole tecniche per ottenere un buono scatto.

 

I deserti sono soggetti ideali se volete entrare in contatto con luoghi aspri e apparentemente vuoti, che offrono sempre tanti spunti interessanti per realizzare scatti artistici e di qualità. Se vi piacerebbe cimentarvi nell’arte di fotografare le stelle il deserto è la location perfetta, senza umidità e senza la luce che interferisce.

 

Alzarsi presto o andare a dormire tardi, queste sono le regole per il fotografo che vuole cimentarsi con la fotografia di paesaggio, oltre alla volontà di andare alla scoperta dei punti panoramici che offrono una vista aperta o di aree dalle quali è possibile scorgere la vista più bella di un luogo.

 

Raccontare la bellezza degli scenari del mondo attraverso le immagini, insegnare come mettere in pratica le regole della fotografia e come mettersi in viaggio alla scoperta dei luoghi più belli e dalla vista migliore, è questo il compito della fotografia di paesaggio e l’obiettivo di un corso di fotografia che ha come oggetto il genere paesaggistico.

 

Master di fotografia digitale

SCOPRI DI PIU' E PRENOTA QUESTO CORSO