Eliminare un flare da sorgente luminosa nell’inquadratura

Eliminare un flare da sorgente luminosa nell’inquadratura

Come eliminare un flare: tecnica del doppio scatto mascherato

Partiamo ovviamente dal presupposto che non è possibile far sparire del tutto gli effetti dannosi della forte sorgente luminosa che siamo costretti a includere nell’inquadratura. Possiamo però limitarli al massimo, riducendo soprattutto l’alone di luminosità che si produce (flare diffuso) sul resto della foto.

Vediamo come fare.

Partiamo dall’immagine base, ossia quelle che otterremo scattando normalmente.

Come eliminare un flare

Per poter fotografare l’intero altare, arrivando fino alla parte superiore, è inevitabile includere anche il margine inferiore della finestra, da cui entra però una luce molto forte.

Il pessimo risultato che ottieniamo è visibile nella foto: oltre all’abbaglio che si produce dall’apertura della finestra, risulta un flare molto evidente nella parte centrale dell’immagine, che scende fino al margine inferiore; si tratta di un flare “diffuso” e non di quello classico a forma poligonale ripetuta perchè le lenti di questo obiettivo hanno uno speciale trattamento antiriflesso.

A occhio nudo non è proprio immediato accorgersi della sua presenza, ma esso viene svelato dalla luminescenza verdastra che si nota, ad esempio, all’estremità sinistra della tovaglia che copre il piano dell’altare.

Come fare per eliminare almeno questa pecca, pur non potendo evitare di avere l’abbaglio sulla finestra? Semplice. Con un doppio scatto “mascherato”.

Fase dello scatto

Premettiamo che questa operazione va svolta usando un cavalletto. Si posiziona quindi la fotocamera sull’inquadratura giusta, si espone per l’altare (evitando di far falsare l’esposizione al raggio di luce che entra dalla finestra) e si fa questo primo scatto.

Poi, usando la mano o qualsiasi altro oggetto rigido in grado di far schermo, si copre il punto esatto in cui si trova la finestra ponendolo davanti all’obiettivo. La distanza a cui porlo va regolata “a vista” in base a ciò che vediamo nel mirino: più lo si avvicina all’obiettivo più appare grande e maggiore diventa la sfocatura del suo bordo. Allontanandolo rimpicciolisce ma aumenta la definizione del bordo.

Una volta trovato il giusto compromesso facciamo il secondo scatto. Naturalmente tra il primo e il secondo non va toccata la fotocamera, ne va mosso il treppiede, altrimenti poi in post produzione faticheremo a riposizionare in maniera perfettamente allineata, uno sull’altro in altrettanti livelli, i due fotogrammi.

Come eliminare un flare

In questo scatto “mascherato” è stata volutamente avvicinata molto la mano all’obiettivo per far vedere quanto sfochi il bordo. Lo scatto giusto richiede una distanza mano-fotocamera leggermente maggiore, per avere un bordo un po’ più nitido e definito.

Poniamo ora a confronto i due scatti, uno accanto all’altro, per evidenziare la presenza del flare diffuso nel primo.

Come eliminare un flare

Esso si nota in maniera molto evidente nella parte alta sx dell’altare e, come dicevamo prima, sulla tovaglia a sx, ma è presente quasi ovunque sotto forma di luminosità accentuata in maniera anomala.

Fase della postproduzione

La postproduzione si svolge in queste fasi:

  • aprire le due immagini in Photoshop come singoli livelli sovrapposti. Lo scatto schermato va sopra, quello senza schermatura va sotto.
  • delimitare l’area scura della schermatura (l’ombra scura della mano) con lo strumento “lazo”
  • applicare una sfumatura alla selezione così ottenuta (deve essere molto ampia, con valori alti ma proporzionali alle dimensioni reali della foto)
  • cancellare l’area selezionata
  • unire i livelli

Come eliminare un flare

Quando si seleziona l’area mascherata usando lo strumento “lazo” è necessario spingersi oltre l’ombra, come si vede da questa foto esplicativa.

Come eliminare un flare

Con questi passaggi abbiamo eliminato dalla foto con schermatura la sola porzione schermata (con la dovuta sfumatura), recuperando all’immagine originale tutto il resto dell’inquadratura senza il fastidioso flare.

Il risultato finale non è ovviamente una foto da concorso, ma è il meglio che era ragionevolmente possibile ottenere in quelle condizioni di luce e con quel tipo di inquadratura.

Come eliminare un flare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *