Formati di file per le immagini

Formati di file per le immagini

I formati dei file determinano modi diversi di organizzare le informazioni digitali di un’immagine. Anche se il corpo di un file è costituito dai dati dell’immagine stessa, perché il software la possa leggere deve sapere come i dati sono stati organizzati, un po’ come i paragrafi e i capitoli in un testo. Anche queste informazioni sono contenute nel file.

Un segno della maturità della fotografia digitale è costituite dall’esistenza di un formato universale. compatibile con tutte le fotocamere e tutti i programmi che si occupano di immagini, e soprattutto con Internet: è il formato JPEG (Joint Photographic Experts GrcOup). Se occorrono più informazioni, si usano anche file TIFF.

JPEG

JPFG è un modo di comprimere i dati. Si ha che dimensione del file ridotta in cambio di una qualità dell’immagine più bassa in proporzione al livello di compressione impostato, da 1 a 12 nella maggior parte del software. Più la compressione è alta, minore sarà la qualità. E’ una buona compressione lossy, con perdita di dati, per cui va applicata con cautela. Quando catturate le immagini salvate con qualità elevata (bassa compressione) per avere più dati per l’elaborazione successiva. Immagini grandi tollerano un livello di compressione più alto.

Si raccomanda spesso di non salvare e risalvare i file JPEG perché ogni volta c’e una perdita di dati; in pratica, risalvare con una qualità media o alta non causa troppi danni.

TIFF

I file TIFF sono di alta qualità, preferiti dai professionisti dell’editoria perché contengono più informazioni sul colore dei file JPEG, ma con dimensioni molto piú grandi. Possono essere compressi senza perdita di dati.