Intervista a Gabriele Bottaro

Gabriele Bottaro

La fotografia secondo Gabriele Bottaro

Quando e come ha scoperto la fotografia?

Almeno 4 anni fa, per caso, con il mio smartphone, ho compreso di avere una certa affinità per questo mondo.

Ci racconti il suo primo approccio a quest’arte. Ricorda la sua prima foto?

La mia prima foto fatta con macchina fotografica, è stata ad un albero rosso di autonno, colpito dal sole, il mio  scopo era valorizzare lo scintillio delle foglie mosse dal Vento.

Qual è stato il suo percorso di crescita e apprendimento dell’arte fotografica?

Io mio percorso di crescita è avvenuto grazie a social, a tutoril su canali you tube, articoli, riviste fotografiche, che hanno implementato quel poco che so.

E quali le sue tappe più significative?

La mi prima tappa e la più importante  è stata l’acquisto della mia prima reflex, un altro punto importante è stata la mia prima foto alla via lattea che ha cambiato molto la mia visione di questo mondo, ma soprattutto ha cambiato il mio modo di vedere la post produzione. Un altro punto importante è stato il mio upgrade passando Ad una reflex più performante.

Cosa rappresenta per lei la fotografia in termini emotivi?

La fotografia per me è libertà, sfogo, svago e amicizia.

E in termini pratici?

Sicuramente un modo di sfogare la propria arte, e di valorizzare ogni elemento.

Fotografa anche per lavoro o solo per diletto?

Principalmente per Diletto, ma spesso anche per qualche lavoretto.

Maestri e grandi fotografi

C’è stato un incontro con qualcuno che si rivelato importante per la sua fotografia?

Non ho avuto incontri significativi.

Ha avuto un vero e proprio “maestro” che l’ha aiutata a crescere?

Un vero e propri maestro no, ma sono entrato in un gruppo di ragazzi come me, e con la mia stessa passione che mi ha fatto crescere e imparare molto.

Gabriele Bottaro

Gli scatti di Gabriele Bottaro

Cosa le piace fotografare?

Principalmente paesaggi e cieli stellati , ma non disdegno il resto.

Qual è il suo soggetto preferito?

Forse lo Scatto che mi da più soddisfazione è la  Via Lattea, ma anche il paesaggio naturale non mi dispiace per niente.

E il genere?

Paesaggio notturno.

Che tipo di luci preferisce?

Prediligo luce del Tramonto, alba, ma forse la mia preferita è la luce notturna.

Quante volte al mese esce per fotografare?

Purtroppo esco solo 2 o 3 volte al mese circa.

Preferisce uscire da solo o in gruppo?

A volte preferisco da solo, Sfruttando  quel momento   per stare con me stesso e pensare, a volte in gruppo che da molte opportunità di imparare

I luoghi che preferisce fotografare?

Città in notturna, oppure paesaggi naturali sampre in notturna.

Quelli che sogna di andare a fotografare?

Ho molti sogni fotografici, forse il più grande è fotografare la Via lattea nel deserto della Namibia.

Usa il bianco/nero con il digitale? Se sì, ci parli di questa tecnica e di come la interpret?

Ho usato in qualche occasione il B&W ma non sono un esperto di questa tecnica.

Gabriele Bottaro e la post-produzione

Cosa pensa in generale della post-produzione?

Penso sia un aspetto Fondamentale della Fotografia digitale moderna

Quali sono, secondo lei, i limiti etici della postproduzione?

Il limite è molto Sottile a volte, può portare dalla fotografia al Fotomontaggio.

E’ lecito intervenire in maniera molto decisa ed evidente per migliorare luci e toni di una foto?

Penso che a volte è inevitabile intervenire in modo deciso e pesante sul file, per esempio in astrofotografia, quindi la mole di lavoro in fase di post produzione dipende dal tipo Di scatto che si ha davanti.

In che formato scatta?

Scatto solamente in formato raw, ma in occasioni come ad esempio feste di laurea e compleanni spesso Scatto in formato jpg.

Che software usa per la post-produzione?

Per la post produzione utilizzo Photoshop, camera raw in certe situazione ho usato anche sequtor (per astro fotografia)  ma il mio primo softwear di post produzione è stato lightroom.

Che tipo di interventi fa di solito in PP?

Per Scatti normali cambio esposizioni luci ombre e bilanciamenti del Bianco, in certi tipi di fotografia faccio Stacking, HDR, e sovrapposizioni di più esposizioni.

Utilizza tecniche speciali come HDR?

Assolutamente si, sia in fotografia diurna, sia tramonto, e spesso in fotografia notturna.

Informazione

Legge riviste di fotografia?

Non molto spesso

Consulta siti web di fotografia? Se si, ne consulta alcuni in maniera abituale come riferimento?

Ne consulto pochi, e solo per comprendere tecniche specifiche.

Partecipa a workshop o seminari?

Mai partecipato ne workshop e seminari.

E fa parte di una associazione del settore?

No

Va a fiere e saloni di fotografia? Se si, li trova utili?

Non sono mai andato a saloni di fotografia.

Fa parte di gruppi social di fotografia? Se si quali?

Si faccio parte di numerosi gruppi di fotografia, fotografia moderna, fotografia in digitale, fotografia paesaggistica italiana, fotmania, primi passi fotografia, canon club italia, e anche altri.

Li considera utili per crescere fotograficamente?

Sono assolutsmente utili, fanno scoprire tecniche e procedimenti nuovi, e fanno in modo di avere confronti con fotografi molto esperti.

Mostre di fotografia

Visita mostre di fotografia?

Si, ma non molto spesso.

Se si, quali sono quelle che ha apprezzato di più in assoluto?

La migliore forse è la mostra national geographic sul forte di Bard

Qual è stata l’ultima visitata?

Quella prima citata.

Ha realizzato sue mostre fotografiche? Se sì, dove e quando?

Purtroppo no, ma mi piacerebbe veramente tanto.

Ci racconti la più emozionante tra queste esperienze?

Non ho mai esposto miei scatti, ma è Stata utilizzata una mia fotografia su una copertina di un libro.

Le attrezzature di Gabriele Bottaro

Attualmente, quali fotocamere usa?

 Uso canon 80D

E quali obiettivi?

  • Tokina 11-16 f2.8
  • Tamron 17-50mm F 2.8 LD XR
  • Canon 55-250 is stm
  • Yaguno 35mm f2

L’obiettivo che usa più spesso?

Tokina 11-16 f2.8 e Canon 55-250 is stm.

Qual è stata la sua prima macchina?

Canon 1300D

Come si è evoluta nel tempo la sua attrezzatura?

Ho inziato con una semplice entry level con cui ho imparato veramente tanto con essa possedevo il classico kit 18 55, il mio secondo acquisto è stato il canon 55-250 e dopo di che il Grandangolo Tokina 11-16 f2.8 in fine  ho acquistato il 35mm e solo dopo aver acquistato la mai attuale canon 80d ho comprato il tutto fare tamron 17-50mm.

Dove acquista di solito le attrezzature? Fa spese online?

Acqusto sia da negozio fisico ma molto spesso da negozi online

Gabriele Bottaro

La pellicola

Mai lavorato in pellicola? Se no, sei interessato a provare?

Non ho mai lavorato in pellicola, ma sei curioso di imparare.

Info di contatto

  • Nome: Gabriele
  • Cognome: Bottaro
  • Città: Genova
  • Instsgram: @bottarogabriele
  • FB profilo: Gabriele Bottaro